Medjugorje : I Veggenti e i Sacerdoti

Vicka Ivankovk-Mijatovic

Vicka è nata il 3.9.1964 a Bijakovici, parrocchia Medjugorje.
Continua tuttora ad avere apparizioni quotidiane. La Vergine le rivelato nove segreti.
Vicka è sposata, ha due bimbi e vive a Krehin Grac presso Medjugorje.
L'intenzione di preghiera affitdatale dalla Vergine è per i malati.



Ivan Dragicevic

Ivan è nato il 25.5.1965 a Bijakovici, parrocchia Medjugorje.
Continua tuttora ad avere apparizioni quotidiane ed è l'unico ad avere apparizioni "straordinarie". La Vergine gli ha rivelato nove segreti. Ivan è sposato, ha quattro bambini. Vive con la sua famiglia negli Stati Uniti e a Medjugorje. L'intenzione di preghiera affidata a lui dalla Vergine: per i giovani e per i sacerdoti.



Marija Pavlovic-Lunetti

Marija è nata il 1.4.1965 a Bijakovici, parrocchia Medjugorje.
Continua tuttora ad avere apparizioni quotidiane. La Vergine le rivelato nove segreti. Grazie a lei, la Vergine invia il suo messaggio alla parrocchia ed al mondo. Dal 1.03.1984 al 8.1.1987 il messaggio era dato ogni giovedi, e dal 25 gennaio 1987, il 25 di ogni mese. La Verglne le ha rivelato nove segreti. Marija è sposata, ha quattro bambini, vive con la sua famiglia in Italia e a Medjugorje. L'intenzlone di preghiera affidata a lei dalla Vergine: per le anime del purgatorio.


Mirjana Dragicevic-Soldo

Mirjana è nata Il 18.3.1965 a Sarajevo. Ha avuto apparizioni quotidiane dal 24.6.1981 al 25.12.1982. Quel giorno, affidandole il decimo seqreto, la Vergine le disse che per tutta la sua vita avrebbe avuto un'apparizione all'anno il 18 marzo. Dal 2 agosto 1987 la Madonna le appare ogni giorno 2 del mese ed insieme a Lei prega per i non credenti. Mirjana è sposata, ha due bambini, vive con la sua famiglia a Medjugorje. L'intenzione di preghiera affidata a lei dalla Vergine: per i non credenti, quelli che ancora non conoscono l'amore di Dio.
                       Dal 2 marzo 2020 non avrà più le Apparizioni mensili >>
 
 
Ivanka Ivankovic-Elez

Ivanka è nata il 21.6.1966 a Bijakovici, parrocchia Medjugorje. E' stata la prima a vedere la Gospa. Fino al 7 maggio 1985 ha avuto apparizioni quotidiane. Quel giorno, affidandole il decimo segreto, la Vergine le disse che per tutta la sua vita avrebbe avuto un'apparizione all'anno in occasione dell'anniversario delle apparizioni, il 25 giugno. Ivanka è sposata, ha tre bambini, vive con la sua famiglia a Medjugorje. L'intenzione di preghiera affidata a lei dalla Vergine: per le famiglie.


Jakov Colo

Jakov è nato il 6.3.1971 a Sarajevo. Ha avuto apparizioni quotidiane dal 25.6.1981 al 12.9.1998. Quel giorno, affidandole il decimo segreto, la Vergine gli disse che per tutta la sua vita avrebbe avuto un'apparizione all'anno, il giorno di Natale, 25 dicembre. Jakov è sposato, ha tre bambini, vive con la sua famiglia a Medjugorje. L'intenzione di preghiera affidata a lui dalla Vergine: per i malati.

                                               


 
Padre Jozo Zovko

P. Jozo Zovko è stato il parroco di Medjugorje nel 1981, al tempo delle prime apparizioni della Madonna ai sei veggenti. Dalla difficoltà iniziale di credere che veramente la Madonna potesse apparire nella sua parrocchia, egli ne divenne il primo testimone e strenuo difensore del messaggio di Medjugorje e dei sei veggenti..

 "Non ero aperto ad ascoltare i veggenti, perché pensavo che fossero stati i comunisti ad organizzare tutto per screditare la Chiesa"
 
L'episodio che segna il suo "cambiamento" avvenne un tardo pomeriggio, mentre chiedeva incessantemente al Signore di aiutarlo a capire il significato di quanto stava succedendo, se veramente Maria appariva nella sua parrocchia...

"All'improvviso ho sentito una voce reale che mi diceva 'Va e salva i ragazzi'. Subito mi sono alzato dalla panca e sono corso fuori. Verso di me correvano i veggenti e mi hanno detto: 'Aiutaci, la polizia ci sta cercandol'. Li ho portati in canonica e li ho nascosti. E' arrivata la polizia e mi ha chiesto se avessi visto i ragazzi. lo ho detto che erano andati verso la canonica e i poliziotti se ne sono andati"



Padre Slavko Barbaric

P. Slavko Barbaric è venuto a mancare il 24 novembre 2000 alle ore 15.30. Dopo aver completato il rito della Via Crucis sul Krizevac, che come ogni venerdì eseguiva insieme ai pellegrini ed ai parrocchiani, ha iniziato ad avvertire dolori. Si è seduto su un masso, si è rapidamente accasciato, ha perso conoscenza, una lapide in sua memoria è posta nella XV stazione del Krizevac, lì dove ha reso l’anima al Signore , "nel suo ufficio : il Kricevac" ..

Un uomo grande ed unico, che ha dato molto durante il periodo della sua vita trascorso a Medjugorje. P. Slavko Barbaric aveva girato tutto il mondo diffondendo il messaggio di Pace e Riconciliazione della Madonna.
Grazie a lui ed alle sue "Ispirazioni" è stato avviato il Festival dei Giovani Mladifest, le Adorazioni con quei canti e quelle atmosfere, il Ritiro Spirituale Internazionale per i sacerdoti, l'orfanotrofio Villaggio della Madre e tanto altro..

Egli era l’anima ed il cuore del movimento di pace nato a Medjugorje diciannove anni prima. Aveva delle caratteristiche uniche: la conoscenza delle lingue, la facilità di comunicazione con le persone, la sua cultura, la semplicità, la cura e l’interessamento per i bisognosi, l’inesauribile energia che era impossibile credere che un solo uomo potesse avere, la diligenza ma, al di sopra di tutto, la devozione, l’umiltà e l’amore.

Pregava e digiunava molto ed amava la Vergine con amore filiale. Era proprio questo il fulcro della sua vita: con la preghiera ed il digiuno l’anima degli uomini giunge a Dio, per mezzo di Maria, Regina della Pace.
 
Vivere accanto a lui era talvolta irreale: egli cioè era qui, in questo mondo, ma al tempo stesso anche al di fuori di esso. Vicino a lui le parole di Gesù, le parole di un grande sacerdote, si trasformavano in realtà:
“…Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu mi hai mandato nel mondo, così anch’io li ho mandati nel mondo. E per loro consacro me stesso, affinché siano anch’essi consacrati nella verità…” (Gv 17, 16-19).       Quì trovi la novena >>

Alcune sue frasi :

"Se Tu aspetti che la Chiesa ti dica: vai a Medjugorje; ..fai attenzione: questa notte puoi essere chiamato al Cielo !
Non sarà la Chiesa a dire che la Madonna appare a Medjugorje; sarà il popolo di Dio a dire alla Chiesa che Lei appare."


"La Madonna non viene per essere riconosciuta, è già riconosciuta, ma viene per darci un impulso."


"La preghiera non cambia il mondo, ma cambia la persona, che poi a sua volta cambia il mondo!"


"Non saliamo il Križevac per lasciare le nostre croci, ma per imparare a portare le nostre croci e aiutare gli altri a portare le loro croci!"


Ti invitiamo a leggere :

Preghiera di p. Slavko a Cristo RE           -          Omelia in occasione del suo funerale     






  Sabato 18 Settembre 2021   :   Buon Giorno !

  † Oggi :  San Roberto Bellarmino
 
Messaggio della Regina della Pace Medjugorje dato a Marija il 25 Agosto 2021:
"Cari figli! 
Con gioia invito tutti voi, figlioli, che avete risposto alla mia chiamata, ad essere gioia e pace. 

Con le vostre vite testimoniate il Cielo che vi porto. 

È l'ora, figlioli, di essere il riflesso del mio amore per tutti coloro che non amano e i cui cuori sono conquistati dall'odio. 

Non dimenticate: io sono con voi e intercedo per tutti voi presso mio Figlio Gesù affinché vi doni la Sua pace.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


Condividi su Facebook  >>

Condividi su WhatsApp  >>
 
 



-  IL VANGELO DI OGGI  Sab 18 Set 2021 -

 Lc 8,4-15 : In quel tempo, poiché una grande folla si radunava e accorreva a lui gente da ogni città, Gesù disse con una parabola: «Il seminatore uscì a seminare il suo seme. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada e fu calpestata, e gli uccelli del cielo la mangiarono. Un’altra parte cadde sulla pietra e, appena germogliata, seccò per mancanza di umidità. Un’altra parte cadde in mezzo ai rovi e i rovi, cresciuti insieme con essa, la soffocarono. Un’altra parte cadde sul terreno buono, germogliò e fruttò cento volte tanto». Detto questo, esclamò: «Chi ha orecchi per ascoltare, ascolti!».

I suoi discepoli lo interrogavano sul significato della parabola. Ed egli disse: «A voi è dato conoscere i misteri del regno di Dio, ma agli altri solo con parabole, affinché vedendo non vedano e ascoltando non comprendano.

»Il significato della parabola è questo: il seme è la parola di Dio. I semi caduti lungo la strada sono coloro che l’hanno ascoltata, ma poi viene il diavolo e porta via la Parola dal loro cuore, perché non avvenga che, credendo, siano salvati. Quelli sulla pietra sono coloro che, quando ascoltano, ricevono la Parola con gioia, ma non hanno radici; credono per un certo tempo, ma nel tempo della prova vengono meno. Quello caduto in mezzo ai rovi sono coloro che, dopo aver ascoltato, strada facendo si lasciano soffocare da preoccupazioni, ricchezze e piaceri della vita e non giungono a maturazione. Quello sul terreno buono sono coloro che, dopo aver ascoltato la Parola con cuore integro e buono, la custodiscono e producono frutto con perseveranza».


Commento al Vangelo >>
 
   


-  LINK UTILI  -
 
 
   ReginaPacis-Medjugorje.it   ®    Acquedolci - ME
 
Disclaimer : questo sito NON utilizza cookies o altri script traccianti. Visite :  35355